Seleziona una pagina
« Back to Glossary Index

È stato uno dei leader dell'opposizione democratica e potenziale candidato, per il partito Respublikaçı Alternativ Partiyası (ReAlPa), contro il presidente İlham Əliyev, alle elezioni politiche dell'ottobre 2013, alla quali non ha potuto partecipare poiché è stato arrestato nel febbraio 2013, prima che si potesse candidare. Le autorità lo hanno accusato di aver incitato la folla al tumulto ed al disordine nella città di İsmayıllı, a nord-ovest di Baku, Nel marzo 2014 è stato condannato a 7 anni di carcere. L'Unione europea, le organizzazioni a tutela dei diritti umani e l'opposizione democratica azera hanno da subito considerato l'arresto sorretto da motivi politici. Nonostante la sentenza Ilgar Mammadov c. Azerbaigian assunta dalla Corte europea dei diritti dell'uomo il governo del presidente İlham Əliyev non ha disposto la scarcerazione. Il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa, quindi, nel 2017 ha adottato una risoluzione col quale ha intimato di dare esecuzione alla sentenza e comunicato formalmente all'Azerbaigian la sua intenzione di avviare un’azione legale in relazione all'attuazione della sentenza emessa. Məmmədov è infine stato rilasciato nell'agosto 2018, dopo aver trascorso cinque anni in carcere. (continua a leggere)

« Torna all'indice del glossario