Seleziona una pagina
Dossier la Cina e la politica sulle nascite

Dossier la Cina e la politica sulle nascite

da | 28 Ago 2021 | Cina, crisi demografica, politiche demografiche | 0 commenti

Dossier la Cina e la politica sulle nascite

Dossier la Cina e la politica sulle nascite. In questo articolo riportiamo alcune riflessioni su temi demografici, i contenuti sono per maggior parte tratti da Neodemos autorevole portale che i lettori di Civitas conoscono bene, perché dai contenuti di questo abbiamo attinto più volte.

Iniziamo questa collana con il tema della politica cinese in materia di nascite. Perché la Cina? E' quasi superfluo rispondere a questa domanda. La Cina è il paese con la popolazione più numerosa al mondo: 1,38 miliardi (23 volte l'Italia) contro i 1,32 dell'India; le Nazioni Unite stimano che ci sarà un sorpasso nel 2022, anche a causa di politiche decennali (cinesi) del figlio unico.

La Cina è anche la seconda potenza economica mondiale dopo gli USA; diventerà la prima economia al mondo entro il 2028, cinque anni prima di quanto inizialmente stimato. Lo prevede il Centre for Economics and Business Research, secondo il quale il sorpasso avverrà prima del previsto a causa del Covid.

Negli anni 90, Bruno Lauzi cantava Arrivano i cinesi, arrivano nuotando, dice Ruggero Orlando che domani sono qui. Arrivano i cinesi, succede un quarantotto, si piazzano in salotto e non se ne vanno più.   I Cinesi sono arrivati da un po', forse non loro, ma di certo le loro merci che hanno invaso i mercati occidentali, non a nuoto ma a bordo di molte navi porta container di grandi dimensioni.

scarica il dossier in PDF

Dossier la Cina e la politica sulle nascite

La politica delle nascite in Cina

Alcune generazioni sono segnate, per tutta la loro vita, dagli eventi storici del momento. Nel caso della popolazione cinese, si può parlare di “generazione del figlio unico”, caratterizzata dalla politica voluta da Deng Xiaoping nel 1979 che tracciò una profonda discontinuità con il passato. Tuttavia, il 29 ottobre 2015, il Partito Comunista cinese ha annunciato ufficialmente la fine di questo esperimento di ingegneria demografica, che verrà sostituito con la politica dei due figli. Il cambiamento richiederà tempi lunghi, ma per poter comprenderne l’evoluzione è importante confrontare le motivazioni che nel 1979 spinsero all’introduzione della politica del figlio unico con quelle che hanno portato alla sua abolizione. Il confronto, insieme all’analisi dei dati elaborati dalle Nazioni Unite, ci aiuta a comprendere quale sia il futuro demografico di un paese che raccoglie quasi un quinto della popolazione del pianeta.

La popolazione in Cina: da spinta a freno dello sviluppo

2025: L’India sopravanza la CinaPrima della fine del 2025, la Cina avrà passato lo scettro di paese più popoloso del mondo all’India: un exploit notevole se si pensa che oggi … Leggi

CINA: rinnovata per altri dieci anni la politica del figlio unico

Il governo cinese ha deciso di rinnovare la politica del figlio unico fino al 2018 dichiarando che, secondo le stime del NBS (Ufficio Nazionale di Statistica), circa 200 milioni di … Leggi

 

Cina: il figlio unico, da obbligo a scelta

Sono passati più di trent’anni da quando Hua Guofeng, durante l’Assemblea Nazionale del Popolo del 1979, affermò che una forte frenata della crescita demografica era una delle essenziali condizioni per … Leggi

Nel biennio 2010-2011 quasi tutti i paesi del mondo sono impegnati nelle operazioni di censimento; queste, per natura e sostanza, non differiscono troppo da quelle che, un paio di secoli … Leggi

Cina: vicina la fine della politica del figlio unico

Lo scorso ottobre, un influente thinktank cinese, la China Development Research Foundation, ha preannunciato il contenuto di un rapporto col quale si raccomanda che venga posto termine rapidamente alla politica …Leggi

Cina, fine di un’emergenza

Sono passati ormai trent’anni da quando il governo cinese ha varato la politica del figlio unico (v. anche Massimo Livi Bacci, “Cina: il figlio unico, da obbligo a scelta”, Neodemos, … Leggi

Uno due tre la politica demografica cinese cambia ancora

La pubblicazione dei principali risultati del Censimento cinese conferma la crescita della popolazione nel corso dell’ultimo decennio, ma rivela anche l’intensità e la velocità dell’invecchiamento demografico del paese che ha … Leggi

La politica demografica cinese: dal figlio unico al terzo figlio

A settant’anni dalla promulgazione della politica del figlio unico (PFU), la Cina sta sperimentando una vera e propria crisi demografica. Dal 2015 il governo ha superato la PFU nel tentativo di rilanciare … Leggi


Neodemos è un foro indipendente di osservazione, analisi e proposta la cui finalità consiste nell’illustrare il significato delle tendenze in atto, di interpretarne le conseguenze di breve e di lungo periodo, di suggerire interventi e politiche. Neodemos accoglie ed incoraggia contributi esterni e la libera discussione proponendosi di rendere fruibile il capitale di conoscenze analitiche e scientifiche sulle relazioni tra popolazione e società e di diffonderlo tra coloro che studiano, amministrano o prendono decisioni rilevanti per la collettività. Neodemos è autofinanziato.