Seleziona una pagina

le forme di rappresentanza negli altri Paesi

da | 20 Ott 2020 | istituzioni, forme di rappresentanza, parlamento

Negli ordinamenti costituzionali contemporanei, possono essere individuati diversi modelli organizzativi di Parlamento. L’alternativa principale è quella fra un modello di Parlamento composto da una sola Camera e un modello di Parlamento composto da due Camere.

Il modello monocamerale è adottato soprattutto da Stati di dimensioni ridotte per popolazione e territorio, come ad esempio il Portogallo, la Grecia, l'Ungheria, la Danimarca e la Nuova Zelanda. È un modello di Parlamento che si rifà all'idea di Assemblea nazionale unica, propria della Rivoluzione francese.

Accanto agli stati di piccole dimensioni, l’unica eccezione è quella della Cina, che presenta un’unica Assemblea nazionale composta da quasi 3.000 membri. Si tratta del più grande Parlamento del mondo per numero di rappresentanti.
Il modello bicamerale è attualmente il modello maggiormente diffuso. È adottato da Stati come la Gran Bretagna, la Germania, la Francia, l’Italia, gli Stati Uniti, il Canada, il Brasile, l’Argentina e la Russia. Sono presenti, tuttavia, diverse possibili varianti del modello bicamerale.

Nella maggior parte degli Stati, la seconda Camera del Parlamento è rappresentativa dei territori. È il caso ad esempio degli Stati Uniti e della Germania, dove la seconda camera rappresenta gli Stati dell’Unione e i Lander della Federazione.
In alcuni casi eccezionali, la seconda camera rappresenta diverse categorie sociali. È il caso ad esempio dell’Irlanda, dove la seconda camera è composta da membri rappresentativi delle università, del mondo della cultura, del lavoro, del commercio, dell’industria e dell’agricoltura.

Un caso a sé stante è costituito dal Parlamento dell’Unione Europea, organo parlamentare rappresentativo di una pluralità di Stati. Si tratta di un esempio di assemblea parlamentare unico nel suo genere. È eletto direttamente dai cittadini degli Stati membri dell’Unione. È un’istituzione che ha rivestito e riveste un ruolo fondamentale nel processo di integrazione fra gli Stati europei.