Seleziona una pagina

Heinrich Luitpold Himmler (Monaco di Baviera, 7 ottobre 1900 – Luneburgo, 23 maggio 1945) è stato un militare, politico e criminale di guerra tedesco, comandante delle squadre di protezione (Schutzstaffel) dal 1929, comandante della polizia dal 1936 e delle forze di sicurezza del Terzo Reich  dal 1939. Dopo il volo misterioso in Scozia di Rudolf Hess nel 1941 (fino ad allora considerato "delfino" del Führer) ed il suo internamento in Gran Bretagna, Himmler fu considerato il numero due della Germania nazista assieme a Hermann Göring. Nel 1943 venne nominato ministro dell'Interno del Reich. Come Göring, cercò di trattare la resa separata con gli alleati e perciò fu destituito da Hitler, ormai senza potere, nell'aprile 1945. Catturato dalle forze inglesi si diede la morte con il cianuro il 23 maggio 1945. Fu uno dei maggiori responsabili della Germania nazista per l'instaurazione del cosiddetto nuovo ordine nazionalsocialista, nonché il diretto organizzatore della soluzione finale della questione ebraica all'origine dell'Olocausto, assieme ai suoi sottoposti Reinhard Heydrich e Adolf Eichmann. (continua a leggere)

« Torna all'indice del glossario