Seleziona una pagina

Osman Kavala (Parigi, 2 ottobre 1957) è un imprenditore turco, difensore dei diritti umani, filantropo e prigioniero politico dal novembre 2017. Kavala ha sostenuto numerose organizzazioni della società civile dall'inizio degli anni '90.  Il 18 ottobre 2017 Osman Kavala è stato arrestato all'aeroporto Atatürk di Istanbul dopo la sua visita a Gaziantep per un progetto congiunto con il Goethe Institute. Il 25 ottobre 2017, il quotidiano Daily Sabah, vicino al governo di Erdoğan, lo ha accusato di essere un "magnate degli affari con un background losco" e di avere contatti con il "Gülenist Terror Group". Il 18 febbraio 2020, poche ore dopo la sua assoluzione sull'articolo 312, il procuratore capo di Istanbul ha chiesto la continuazione della detenzione di Kavala a causa dell'articolo 309. Il 9 marzo 2020, Kavala è stato nuovamente arrestato in base all'articolo 328 ("garantire informazioni che, per sua natura, devono essere mantenute riservate per motivi relativi alla sicurezza o agli interessi politici interni o esteri dello Stato, a fini di spionaggio politico o militare"). Osman Kavala è nella prigione di massima sicurezza di Silivri dal 1º novembre 2017. Dopo la sentenza del tribunale del 20 marzo è stato arrestato 3 volte e assolto 2 volte dallo stesso crimine relativo all'articolo 309. (continua a leggere)

« Torna all'indice del glossario